La zona dei binari di Zurigo è un biotopo per animali a rischio

La zona dei binari attorno alla stazione centrale di Zurigo nasconde molto più di quanto ci si possa inizialmente aspettare. Sapevate che qui vive un numero incredibile di animali e piante? E addirittura alcune specie a rischio? Grazie a idee intelligenti le FFS proteggono il ricco mondo animale e vegetale.

    Da sempre le FFS si impegnano a fondo per proteggere la natura che costeggia i binari. Infatti la rete ferroviaria si estende come un «corridoio verde» attraverso tutta la Svizzera. Numerosi animali vi trovano rifugio e le piante un ambiente adatto. Le FFS fanno in modo che al termine degli interventi di costruzione animali e piante trovino un ambiente in grado di continuare a ospitarli. Ne sono un esempio i cantieri ai margini della zona dei binari di Zurigo. Grazie alla varietà di specie animali e vegetali presenti, il territorio tra la stazione centrale di Zurigo e Altstetten è un ambiente prezioso da proteggere. Le FFS salvaguardano gli spazi vitali di animali e piante con numerosi provvedimenti e per questo hanno ricevuto dalla Fondazione Natura & Economia il label di qualità «Parco naturale». Barbara Huber, capoprogetto Ambiente alle FFS, sa come occuparsi di animali e piante.

    Barbara Huber, capoprogetto Ambiente alle FFS

      Barbara Huber, grazie alla presenza di numerose specie animali e vegetali la zona dei binari di Zurigo ha ricevuto il label di qualità «Parco naturale». Perché gli animali si trovano bene proprio fra i binari e i treni in corsa?

      La zona dei binari davanti alla stazione centrale di Zurigo offre svariati spazi vitali. L’area è simile a un paesaggio golenale concorsi d’acqua più o meno profondi e viene costantemente modificata dall’esercizio ferroviario. Data l’assenza di alberi ci sono inoltre poche zone in ombra cosicché, come nei pendii del Giura, predominano calore e aridità. Alcune specie animali, come la lucertola muraiola, ci si trovano particolarmente bene e si godono volentieri il sole sulle rocce calde. Sono inoltre presenti numerose superfici ghiaiose e sabbiose, oltre che scarpate e legno in decomposizione, che offrono rifugio a molti tipi di animali. Apparentemente i treni che sfrecciano sembrano non disturbare gli animaletti.

      Cosa fanno le FFS per garantire il benessere di animali e piante nonostante i lavori di costruzione sui binari?

      Gli interventi di costruzione nella zona dei binari influiscono sugli spazi vitali, è ovvio. Le FFS compensano questi interventi con diversi provvedimenti. Gli spazi vitali che vanno perduti vengono sostituiti nel modo migliore e più naturale possibile con altre soluzioni. Infatti abbiamo già realizzato molte nuove scarpate e strutture per gli animali.

      Quali animali vivono nella zona dei binari? Ci sono anche animali a rischio che le FFS proteggono in modo particolare?

      Nella zona dei binari oltre a insetti, uccelli e volpi vive anche un gran numero di animali a rischio, riportati nella lista rossa dell’Ufficio federale dell’ambiente. In quest’ambito le FFS adottano provvedimenti particolari e proteggono in special modo tre gruppi di animali: la lucertola muraiola, la cavalletta celestina e l’ape selvatica. Per le lucertole muraiole sono state realizzate strisce di ghiaia e sabbia che creano per loro una rete di collegamento. Inoltre lungo i binari sono stati posati cesti metallici contenenti pietre dove le lucertole possono prendere il sole o svernare. Per le api selvatiche ci sono nidi artificiali e legno vecchio. Un altro animale raro di casa nella zona dei binari è l’ululone a ventre giallo. Questa piccola rana è riconoscibile dal ventre giallo acceso macchiettato di nero. Grazie alla creazione di piccoli stagni per depositare le uova il loro numero non si è solo stabilizzato, ma è addirittura aumentato. I provvedimenti per il mantenimento e l’ampliamento degli spazi vitali tra i binari sono quindi molteplici.

      Sembra che gli animali si trovino bene nella zona dei binari. E per quanto riguarda le piante?

      Senza varietà di piante non ci potrebbe essere varietà di animali. Una vasta offerta di piante per la loro alimentazione è essenziale per gli animali che vivono nella zona dei binari. Per questo ce n’è in grande abbondanza. Attraverso una regolare manutenzione sosteniamo le piante autoctone e arrestiamo la diffusione di quelle estranee al territorio. Ogni anno l’erba viene tagliata e si provvede alla cura e al taglio di scarpate e siepi. In questo modo si garantisce la sussistenza di utili superfici ricoperte da vegetazione.